Donne forti dall'Austria - Giornata internazionale della donna

Donne forti dall'Austria - Giornata internazionale della donna

Le donne ottengono da secoli risultati incredibili e hanno, al pari degli uomini, il potere di fare la differenza ed essere fonte di ispirazione per la società. La Giornata internazionale dei diritti della donna ha lo scopo di richiamare l'attenzione sull'importanza dell'uguaglianza: tutti meritano equità e pari opportunità.

Contenuti:

Giornata internazionale della donna

5 donne forti dall'Austria

5 motivi per la Giornata internazionale della donna

Giornata internazionale della donna

La Giornata internazionale della donna è un'occasione per sottolineare ancora una volta la necessità di un'uguaglianza politica e sociale che travalica i confini del genere. Soprattutto in tempi in cui il cambiamento climatico, la globalizzazione, ecc. svolgono un ruolo importante, le donne hanno, proprio come gli uomini, una grande influenza su queste delicate questioni. Un buon esempio attuale è l'attivista Greta Thunberg.

5 donne forti dall'Austria

Che si tratti di storia, ricerca e scienza, politica o di situazioni quotidiane, le donne hanno ottenuto risultati importanti anche in Austria.

Maria Teresa

L'arciduchessa Maria Teresa è una figura di grande importanza nello sviluppo e nella storia dell'Austria. Sebbene non sia mai stata incoronata imperatrice, il suo nome è spesso menzionato insieme a questo titolo. Come moglie dell'imperatore Francesco I, era responsabile degli affari e delle decisioni e guidava la monarchia asburgica. Sotto la loro reggenza furono attuate molte riforme: venne riscritto il codice penale e si abolì la tortura; si chiese inoltre la sottomissione della chiesa allo Stato e si riorganizzò l'esercito. Così, sotto il suo nome, fu fondata la prima accademia militare a Wiener Neustadt. La riforma più nota, tuttavia, è stata l'introduzione della scuola dell'obbligo. Insieme al marito ha avuto 16 figli ed è stata quindi vista principalmente in relazione alla maternità. Maria Teresa morì nel 1780, ma ancora oggi le sue gesta importanti sono ricordate grazie a numerosi monumenti austriaci a lei dedicati.

Ute Bock

Ute Bock è una delle donne più importanti della storia austriaca. È un'attivista per i diritti umani che ha condotto una campagna a favore di rifugiati e richiedenti asilo. Nel 2002 ha fondato un'associazione per i rifugiati, presso cui i rifugiati e i richiedenti asilo che vivono a Vienna possono trovare sostegno nelle situazioni di vita quotidiana. Ute è morta nel 2018, e per le sue azioni è considerata un grande modello di solidarietà, coraggio civile e, soprattutto, umanità.

Bertha von Suttner

La pacifista e scrittrice Bertha von Suttner è stata la prima donna al mondo a ricevere il Premio Nobel per la Pace nel 1905 per il romanzo pacifista "Die Waffen Nieder!" ("Giù le armi!"), e ha organizzato una campagna per l'uguaglianza e i diritti delle donne. Insieme al marito ha fondato la società austriaca degli amici della pace, che guidò lei stessa fino alla sua morte. Inoltre, Bertha von Suttner ha preso parte a molti congressi di pace ed è stata anche influente nella prima Conferenza di pace dell'Aia.

Johanna Dohnal

Anche Johanna Dohnal è una delle donne più importanti e ispiratrici dell'Austria. Si è interessata di politica sin dalla tenera età ed è entrata a far parte della SPÖ nel 1957, occupandosi principalmente di feste ed eventi per bambini. Da segretaria di stato per le donne della SPÖ a consigliera municipale di Vienna e membro del parlamento statale, Johanna Dohnal ha prestato importanti servizi in politica. In qualità di primo ministro delle donne in Austria, ha compiuto un passo importante verso le pari opportunità tra uomini e donne in politica. Grande femminista, ha fissato molte pietre miliari in materia di diritti delle donne e uguaglianza di genere.

Lise Meitner

Lise Meitner, fisica nucleare viennese, ha svolto un ruolo cruciale nella scienza e nella ricerca. Ai suoi tempi era difficile studiare, soprattutto per una ragazza. Nonostante ciò, Lise è stata la seconda donna a completare i suoi studi in fisica, chimica, matematica e filosofia con un dottorato. Divenne nota per la prima spiegazione fisico-teorica della fissione nucleare, che pubblicò insieme a suo nipote.

5 motivi per cui la Giornata internazionale dei diritti della donna è importante

Affermazione dei diritti delle donne

Purtroppo, le donne ancora oggi devono fare i conti con discriminazioni e condizioni inique. Il ruolo delle donne è spesso calpestato e non valutato nella società alla pari di quello degli uomini. È quindi importante far sentire la propria voce indipendentemente dal genere, dall'idea politica, dalla nazionalità, ecc.

Protezione, sicurezza e diritto all'autodeterminazione delle donne

La tratta di esseri umani, la prostituzione forzata, i matrimoni forzati sono questioni che colpiscono le donne molto più spesso degli uomini. Anche l'accesso all'istruzione è negato a molte donne, e sebbene sia un diritto umano, circa 34 milioni di ragazze in tutto il mondo non vanno a scuola. Le ragazze dell'Asia meridionale, dei paesi del Medio Oriente e dell'Africa subsahariana sono le più colpite. Anche per questo bisogna alzare la voce in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna: per ottenere maggiore sicurezza e indipendenza per il sesso femminile.

Equità salariale

Evidenti differenze si riscontrano anche nella retribuzione di uomini e donne. In relazione a questo tema è stato introdotto l'Equal Pay Day, giornata internazionale per la parità retributiva tra i sessi, il cui obiettivo è che uomini e donne ricevano la stessa retribuzione per lo stesso lavoro. In Austria, l'Equal Pay Day è il 15 febbraio di quest'anno. La data varia da paese a paese, poiché per calcolarla viene utilizzata la differenza di reddito tra uomini e donne, che varia anch'essa da paese a paese.
Per il calcolo esatto della giornata vedi: Equal Pay Day

Pari opportunità nelle posizioni dirigenziali

Le leggi per la partecipazione paritaria di uomini e donne agli incarichi dirigenziali mirano ad aumentare in modo significativo la quota di donne negli organi dirigenziali nelle imprese e nell'amministrazione. Tuttavia, ci sono ancora molte aziende in cui la percentuale di donne in posizioni dirigenziali è molto bassa e le donne che riescono a ricoprirne una non hanno comunque voce in capitolo in alcune decisioni aziendali specifiche.

L'attività della donna

Tanti e tante pensano ancora alla donna come alla casalinga tradizionale che si occupa dell'educazione dei figli e della famiglia. Ma molte donne hanno iniziato a pensarla in maniera significativamente diversa e ad anteporre il lavoro e la carriera alla creazione di una famiglia.

Celebrate con noi la Giornata internazionale dei diritti della donna e lottate affinché le donne abbiano le stesse opportunità degli uomini.

Pubblicazione del post sul blog il 4 marzo 2022.